8 novembre 2008

"L'ora del the"

Con queste ricette parteciperò all'aftennon tea award

IMG_8324 bath

Kakuzo Okakura, conosciuto come Tenshin (天心), ne "Il libro del tè" del 1906 dice: "Il tè non ha nulla dell'inebriante arroganza del vino e dell'individualismo del caffè o dell'affettata innocenza del cacao, ma un gusto sottile, particolarmente adatto ad essere idealizzato." Concordo pienamente con questa definizione: il the rincuora l'animo e rinfresca le idee nei pomeriggi di solitudine ma, allo stesso tempo, ha la forza della convivialità accompagnado pettegolezzi tra amici inebriandoli dell'oro del suo colore e innalzandoli al profumo dei suoi vapori.

Fatta questa premessa ne posto un'altra: La mia ora del the sarà leggermente diversa da quelle dei salotti inglesi, non avrà il lusso di moltissimi dolci e tramezzini ma sarà fatta di poche cose semplici che spogliate dell'arroganza dei sapori forti accompagneranno il mio the. Si, il mio the, o meglio, il the che vi offrirò non avrà parentele di sapore con i cugini "neri" e i pungenti "fratelli verdi", si affaccerà con modestia donando al liquido d'infusione il suo pallido colore e l'accenno regale del suo aroma. E' pronto nel cofanetto che lo custodisce gelosamente dalla luce e dagli aromi della stanza e lo preserva dall'umidità sua nemica; Ha la forma di aghi argentati con un vello sottile e un profumo delicato e timido: Lo "Yin Zhen".

Yin-Zhen-(1)

Regalatomi da una cara amica (che credo abbia preso un  mutuo ;o) ) lo uso solo nelle grandi ocasioni e per poche persone che lo possano apprezzare. Come ho detto è un the dall'aroma talmente delicato che va sorseggiato e tenuto in bocca affinchè le papille gustative possano riconoscerlo. La prima volta che l'ho assaggiato ho creduto fosse uno scherzo: sembrava acqua leggermente ambrata  da un sapore molto diverso dal "normale" the. Ma poi mi hanno spiegato che per berlo bisogna tenerlo quache secondo in bocca e poi va premuta la lingua sul palato, solo così la sua forte anima è in grado di far impazzire le papille gustative. Da quel giorno l'ho amato e il regalo della mia amica, che per prima me lo ha presentato, rimarrà per sempre nel mio cuore. Per questo motivo, per la sua delicatezza, non può essere accompagnato dal forte sapore dei sandwich o da quello speziato e avvolgente delle creme e delle torte. Il dolce che , a mio modesto parere, accompagna come un fedele servo questo the sono le Madeleine.

l'ora del the

Per il the:

  1. 5g a persona di foglie di "Yin Zhen"
  2. acqua fatta bollire e lasciata riposare fino alla temperatura di circa 70°
  3. 7-12 minuti di infusione
  4. Tazza di vetro (e qui qualcuno inorridirà) per poter deliziare la vista della danza delle foglie (che vanno messe in infusione senza garze, bustine o cucchiaini bucherellati perchè devono essere libere di esprimersi senza le costrizioni dei contenitori).

Per le madaleine:

  1. 6 uova
  2. 250g zucchero
  3. 180g burro
  4. 150g farina
  5. 1/2 cucchiaino di lievito
  6. 1/4 cucchiaino di esseza di bergamotto o 1 pizzico di buccia di arancio
  7. 1 puntina di vaniglia.

Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero fino a formare una crema spumosa, aggiungere i tuorli ad uno ad uno e continuare  a sbattere (non mettere un tuorlo prima che il precedente sia interamente amalgamato). Aggiungere la farina setacciata con il lievito e gli altri ingredienti in alternanza con le chiare montate a neve. Imburrare gli stampini da madeleine e versare il composto riempendoli per metà. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 10-15 minuti.

Mi piacerebbe accompagnare questa ora con la lettura de "Le torri del silenzio" di Paul Scott. Il libro parla dell'Inghilterra coloniale al tempo della seconda guerra mondiale, è ambientato in India...ma a questo punto il the sarà pronto...buona ora del the.

P.S.: Scusate per la forma delle madeleine ma avendo prestato gli stampini, che come al soltio non sono tornati a casa, ho usato gli stampini per i cioccolatini, il risulatato è buono lo stesso ma senza la tipica forma a conchiglia delle madeleine.

9 commenti:

Susina strega del tè ha detto...

Mi hai lasciato di stucco, bellissimo post, trasmette realmente il tuo amore per il tè, sono contenta che tu abbia aderito all'iniziativa, spero solo che Two ne faccia un pdf perchè non sò se hai letto tutti gli articoli postati, sono meravigliosi...inoltre non ho mai sentito parlare di questo favoloso tè, lo segnalerò alla mia associazione (ebbene sì faccio parte di un circolo culturale sul tè, proprio come una vecchia zittella inglese!! ^_^) così lo proviamo!
grande Matteo!!!! ^____^

Matteo ha detto...

Ciao, il tè è detto "Tè dell'imperatore" e da quello che sò costa circa 800-1000€ al kg, per questo dico che la mia amica mi ha fatto un regalone chiedendo un mutuo... viene raccolto solo 2 volte l'anno se il tempo lo pemette, altrimenti la raccolta salta,ed è formato dai germogli appena spuntati e con ancora la peluria tipica che gli conferisce l'aspetto argentato.me ne sono rimaste altre 2 tazze e poi sarò costretto a chiedere un mututo per riprenderlo, scherzi a parte è un tè molto particolare che mi ha fatto conoscere una mia amica inglese che è anche tea-tester (somelier del te più o meno)è il più prezioso tra i bianchi (per quello che ne so io), procalo e non lo lascerai più.

Susina strega del tè ha detto...

Ehm...capperi quanto costa, comunque io provo a proporlo vediamo a quanto ammonta il budget il prossimo mese...anche io il prossimo anno torno in irlanda, forse in primavera che è la stagione migliore... se ti interessa l'irlanda comunque passa da blog di cucina dove io tengo una rubrica che si chiama appunto A pinch of ireland, parlo un pò di tutto, dalla storia, alla gente, abitudini, cucina etc etc.... il primo post è stato per la celebrazione di halloween-samain in irlanda, con info storiche e una zuppetta niente male, il prossimo, tra quanche settimana...surprise!!!! ^_^
Se poi vuoi vedere qualche foto interessanti vai tra i miei link dove c'è scritto irlanda....
buon week end Matty!!
^___^

Matteo ha detto...

Passerò sicuramente a visitare la tua rubrica sull'irlanda...a presto ancora buon WE.

brii ha detto...

bello davvero..mi è piaciuto moltissimo leggere il tuo post.
non oso neanche sperare di trovarlo...il " tè del imperatore"
ma mi ha fatto moltissimo poacere conoscerlo tramite te.
buon we
bacionii

princicci ha detto...

matteo tanti complimenti per il tuo fantastico tea con le foglie che "danzano nella tazza in vetro" e anche per i dolcetti.....ho guardato con attenzione anche le tue foto(nel tuo sito)....e ho fatto 2+2.........sei un vero artista del genere che preferisco: un poeta silenzioso ma non troppo!!!!!!!!!! baci claudia

Matteo ha detto...

@brii e princicci...mi fate arrossire...bacioni buon WE a tutti.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Ciao Matteo! Un post veramente piacevole e interessante! La mia raccolta è un modo per approfondire il rito del tè, anche per imparare e conoscere (ho messo una traccia per creare gli spunti di riflessione), per cui le tue proposte sono perfettamente a tema! Mi complimento e ti aggiungo al libro degli ospiti. Buona giornata

Matteo ha detto...

Grazie, allora tolgo il forse e partecipeò volentieri a questa bellissima iniziativa.